Wanda Marasco Il genio dell'abbandono

Il genio dell'abbandono

venerd́ 9 ottobre, ore 16:00
Scuola della Carità

Con Marco Balzano

Vincenzo Gemito è uno scultore eccezionale. Peccato che il dottor Verdicchi lo reputi soltanto un pazzo violento e imprevedibile, e decida di farlo internare nell'ospedale psichiatrico di Villa Florent, fuori Napoli. In una notte di temporale, però, Vincenzo riesce a fuggire e torna a casa, tra lo stupore della moglie e dei parenti. Sa che ha a disposizione poco tempo prima che tornino a prenderlo, ma deve mettere in ordine il proprio passato. Inizia così uno stupefacente viaggio a ritroso nella vita di uno degli artisti meno noti del nostro paese. Nato da una famiglia povera, Vincenzo viene abbandonato sulla “ruota degli esposti” e adottato da una famiglia che ha da poco perso un bambino. Lavora come apprendista nella bottega del “Totonno”, che gli insegna a dipingere e a scolpire, fugge a Parigi dove incontra artisti e intellettuali e ritorna a Napoli nel 1880. La vita di Vincenzo, tuttavia, è tutt'altro che conclusa. Deve ancora incontrare Garibaldi e Verdi, innamorarsi di una donna che gli cambierà la vita, conoscere i successi professionali ma, soprattutto, le delusioni e le critiche (specie quelle legate alla statua di marmo di Carlo V, commissionatagli dal Palazzo reale) che lo porteranno a quella forma di follia maniacale che lo costringerà a trascorrere i successivi vent'anni in totale reclusione, tra il proprio studio e vari ospedali psichiatrici. Mescolando pagine di diario, corrispondenze epi~tolari e monologhi interiori, Wanda Marasco ricostruisce la storia di uno degli artisti più misteriosi ed eccentrici del nostro paese.

Condividi con i tuoi amici su:
Scuola della Carità

via San Francesco, Padova

Schede degli autori