Writers with Children

Scrittori per ragazzi promuovono il diritto di cittadinanza
L'iniziativa di un gruppo di scrittori per ragazzi a sostegno della campagna per il diritto di cittadinanza dei bambini figli di genitori stranieri nati in Italia.

Chil (dal Libro della Giungla): “Siamo d'uno stesso sangue fratellino tu ed io”.

Il gruppo Writers with Children nasce da un’idea di Laura Walter. Più che un’idea, la sua è un’indignazione. Laura Walter non ci sta. Non ci sta a pensare che i bambini e i ragazzi, nati o meno in Italia, da genitori “di origine straniera” (provenienti cioè da un paese diverso dall’Italia), trovino un sacco di difficoltà per ottenere quella cittadinanza, che dovrebbe essere un loro diritto inappellabile.
L’idea, l’indignazione, l’intuizione di Laura trova immediatamente d’accordo tanti autrici e autori per ragazzi. Alla sua proposta di creare un gruppo di scrittori che promuova il diritto automatico alla cittadinanza per tutti i bambini e ragazzi che vivono in questo paese dicono subito di sì Vanna Cercenà, Luigi Dal Cin, Emanuela Da Ros, Luisa Mattia, Anselmo Roveda, Fabrizio Silei, Alfredo Stoppa, Guido Sgardoli e molti altri.
Alla proposta danno il loro appoggio anche la Comunità di Sant’Egidio di Roma, il Comune di Bologna, la Libreria Giannino Stoppani di Bologna.
E così il gruppo Writers with Children (col logo ideato da Fabrizio Silei) fa la sua prima apparizione ufficiale a Bologna il 22 marzo 2012, mentre si sta svolgendo la Bologna Children’s Book Fair.

Condividi con i tuoi amici su: