Gianluigi Ricuperati

Ha collaborato e collabora con La Repubblica, D di Repubblica, La Stampa, Abitare, Domus, GQ, Studio, il Domenicale del Il Sole 24 Ore, Il Sole 24 Ore, Abitare (rivista), ITALIC.

Nel 2011 esce il suo romanzo d'esordio "Il mio impero è nell'aria" (ed. Minimum Fax). Nel 2009 pubblica "La tua vita in 30 comode rate" (ed. Laterza). Nel 2007 "Viet Now - La memoria è vuota" (ed. Bollati Boringhieri). Nel 2006 pubblica "Fucked Up" (ed. Bur RCS); e, con Marco Belpoliti, pubblica la prima monografia dedicata al disegnatore Saul Steinberg. Nel 1999 traduce (ed. Einaudi Stile Libero) "The Wild Party".

Nel 2012 cura Giorno Per Giorno il progetto promosso dalla Fondazione per l'Arte Moderna e Contemporanea CRT nell'ambito di Contemporary Torino+Piemonte e coordinato da Artissima: dieci giorni di arte, scienza, e culture contemporanee. Nel 2010 lavora con il Castello di Rivoli - Museo d'Arte contemporanea. Nel 2009, con Stefano Boeri e Fabrizio Gallanti, co-cura Urbania, festival internazionale di Urbanistica a Bologna. Nel 2007 e nel 2008, insieme a Stefano Boeri, dirige Festarch, festival internazionale di Architettura a Cagliari.

Da Gennaio 2010 a Novembre 2011 ha ideato e diretto Canale 150 -gli italiani di ieri raccontati dai protagonisti di oggi- iniziativa per la celebrazione dei 150 anni dell'Unità d'Italia sostenuta dal Comitato Italia 150 e da Telecom Italia.

Nel 2013, a soli 35 anni, Gianluigi Ricuperati viene eletto Dean della Domus Academy, che è una delle più prestigiose scuole universitarie di design a livello internazionale. Al centro, secondo Ricuperati, c'è la multi-disciplinarità perché il dialogo tra le discipline è l'unica, concreta, chance.

Condividi con i tuoi amici su: