Massimo Recalcati

Massimo Recalcati è uno psicoanalista lacaniano.
Si è formato alla psicoanalisi a Parigi con Jacques-Alain Miller e ha partecipato alla vita della comunità lacaniana all'interno dell'AMP (Associazione Mondiale di Psicoanalisi). Ha avuto la responsabilità della direzione clinica e scientifica dell'ABA (Associazione per lo studio e la ricerca dell'anoressia e della bulimia) dal 1994 al 2002. Ha insegnato nelle Università di Milano, di Padova e di Urbino dal 1998 al 2001, oltre che Clinica psicoanalitica dell'anoressia all'interno de CEPUSPP (Centre Einseignement postgradue en psychiatrie et psychotherapie) di Losanna. Nel 2003 ha fondato Jonas: Centro di ricerca psicoanalitica per i nuovi sintomi e nel 2007 ha ideato Palea: Seminario permanente di psicoanalisi e scienze sociali.
Ha diretto diverse collane di psicoanalisi occupandosi della trasmissione dell'insegnamento di Jacques Lacan. Ha tenuto conferenze e seminari in diverse città d'Italia e d'Europa (Dublino, Ginevra, Valencia, Madrid, Parigi, Siviglia, Losanna, Granada). È inoltre direttore dell'IRPA (Istituto di ricerca di psicoanalisi applicata).
Da anni affianca alla pratica clinica la scrittura: oltre a collaborare regolarmente con Il manifesto e La Repubblica, ha pubblicato numerosi saggi, fra cui "Cosa resta del padre?" (Raffaello Cortina 2011), "L’uomo senza inconscio" (Cortina 2010), "Jacques Lacan. Desiderio, godimento e soggettivazione" (Cortina 2012), "Ritratti del desiderio" (Cortina 2012) "Patria senza padri. Psicopatologia della politica italiana" (minimum fax 2013), "Il complesso di Telemaco. Genitori e figli dopo il tramonto del padre" (Feltrinelli 2013), "Non è più come prima. Elogio del perdono nella vita amorosa" (Raffaello Cortina 2014), "L'ora di lezione. Per un'erotica dell'insegnamento" (Einaudi 2014).

Per maggiori informazioni: www.massimorecalcati.it/

Condividi con i tuoi amici su: