Domenico Patassini

Già preside della Facoltà di Pianificazione presso Iuav Università di Venezia dal 2004 al 2010, è tuttora membro del Collegio docenti del Dottorato in ‘Nuove tecnologie: territorio e ambiente’, in qualità di esperto. Presso lo Iuav ha insegnato dal 1976 al 2011 modelli di analisi territoriale, teorie e tecniche della valutazione di supporto all’urbanistica e ai processi di pianificazione.

Ha pubblicato numerosi testi e articoli sugli argomenti e ha svolto attività professionale come ‘planner’ e come formatore in Italia e all’estero, presso amministrazioni pubbliche e università. È stato presidente dell’Associazione Italiana di Valutazione ed è tuttora membro del Board editoriale della rivista “Rassegna Italiana di Valutazione” e della relativa collana FrancoAngeli.

L’esperienza professionale, accompagnata da riflessione culturale e scientifica, si è svolta in vari campi:

  • politiche della cooperazione economica e sociale in materia di governo urbano in paesi africani (Etiopia, Somalia,  Tanzania, Sudan, Niger, Repubblica Centro-africana, Sud Africa e Senegal). Ha collaborato, con un team internazionale, alla messa a punto del master plan di Addis Abeba (1983-85) e di altri piani per le città etiopiche negli anni ’80 presso il National Urban Planning Institute. Questa attività è stata accompagnata da studi e ricerche sui processi di urbanizzazione (in recenti numeri della rivista “Nigrizia” sono apparsi due dossier, uno sulla esplosione urbana in Africa e l’altro sulla presenza cinese);
  • programmazione europea, con particolare riferimento ai programmi Interreg, Alpter and Fse per i quali ha svolto valutazioni in itinere ed  ex-ante utilizzando strumenti di analisi costi-benefici, valutazione di impatto comunitario, valutazione multicriteriale, cluster evaluation e così via;alutazione di impatto di grossi impianti (V centro siderurgico, Aeritalia, Centrale nucleare di Caorso, ecc.), valutazione ambientale strategica di piani locali e d’area vasta, inclusi il recente Piano morfologico della laguna di Venezia e la I Variante al Ptrc della Regione del Veneto;
  • analisi e valutazione paesaggistica (Osservatorio del Paesaggio nel Canale di Brenta);
  • analisi e pianificazione dei flussi di mobilità e trasporto;
  • bonifica dei siti contaminati e rigenerazione urbana, con particolare riferimento al Sito di Interesse Nazionale di Porto Marghera.
Condividi con i tuoi amici su: