Luca Mercalli

Inzia prestissimo ad interessarsi di meteorologia: nel suo libro Filosofia delle nuvole, racconta di aver costretto la famiglia a un viaggio fino a Ginevra per trovare alcuni libri di meteorologia che in Italia non erano reperibili. Consegue (a pieni voti) l'attestato di Cultura aeronautica in Meteorologia rilasciato dal Servizio Meteorologico dell'Aeronautica Militare, ed effettua successivamente il servizio di leva in qualità di "previsore valanghe" presso il Meteomont della Brigata Alpina Taurinense.
Vive in Val di Susa, prestando particolare attenzione alla riduzione dell'impatto ecologico:  fa una differenziazione particolarmente attenta dei rifiuti, coltiva l'orto e frequenta le biblioteche. Casa sua è riscaldata con legna e pannelli solari.
Laureato in geografia e scienze della montagna, la storia del clima delle Alpi è il suo argomento di ricerca preferito. Si occupa anche di temi ambientali ed energetici in qualità di membro di Aspo Italia, l'associazione per lo studio del picco del petrolio.
Dopo aver lavorato per l'Ufficio Agrometeorologico della Regione Piemonte e poi per l'Assessorato opere pubbliche a difesa assetto idrogeologico, ha assunto la presidenza della Società Meteorologica Italiana Onlus, la maggiore associazione nazionale del settore delle scienze dell'atmosfera. Ha fondato e dirige dal 1993 la rivista Nimbus, è autore di numerosi articoli scientifici su riviste internazionali e riviste specializzate, e ha pubblicato oltre un migliaio di articoli di divulgazione su La Stampa, la Repubblica e vari periodici (Alp, Rivista della Montagna, Donna Moderna, Gardenia).
I suoi primi interventi televisivi risalgono al 1990 per Rai 3 Ambiente Italia. Dal 2003 è a Che tempo che fa, dal 2005 a Rai 2 TG Montagne e dal 2008 Buongiorno Regione (TG Piemonte).
Ha condotto 15 puntate di Trame su Radio Due e ha lavorato per Repubblica TV e per la Radiotelevisione svizzera di lingua italiana.
Dal 2007 fa parte di Climate Broadcaster Network-Europe, gruppo di presentatori meteo televisivi voluto dalla Comunità Europea per diffondere corretta informazione sul clima.
Svolge incarichi di docenza per università, corsi di specializzazione e formazione professionale e scuole di ogni ordine e grado; nel 2004 ha ricevuto il premio "AICA (Associazione Internazionale Comunicazione Ambientale) - Comunicare con i cittadini fa bene all'ambiente", Alba, e nel 2008 gli è stato conferito il "Premio Internazionale Exposcuola" (Salerno) per la divulgazione scientifica.
È responsabile dell'Osservatorio Meteorologico del Collegio Carlo Alberto di Moncalieri, fondato nel 1865.

Condividi con i tuoi amici su: