Monika Bulaj

Profilo professionale: fotografa, reporter, documentarista
Temi di ricerca: confini delle fedi (mistica, archetipi, divinazione, possessione, pellegrinaggi, corpo, culto dei morti), minoranze, popoli nomadi, migranti, intoccabili, diseredati, in Asia, Europa e Africa
Nascita: nel 1966 a Varsavia, Polonia
Studi: filologia polacca all’Università di Varsavia
Lingue: di madrelingua polacca, parla italiano, francese, inglese, tedesco, russo e altre lingue slave, un po di spagnolo, studia arabo e persiano
Mostre: circa 60, tra New York e Cairo
Collaborazioni giornalistiche: Corriere della Sera, GEO, Il Venerdi di Repubblica, National Geographic, Freundin, TEATR (Polonia), EAST – European and Asian Strategies, Courrier International, La Repubblica, D – La Repubblica delle Donne, Io Donna – Corriere della Sera, Gazeta Wyborcza, Internazionale, Avvenire, Famiglia Cristiana, Il Piccolo
Libri: “Libya felix”, Mondadori 2002;”Donne, storie e progetti”, Alinari 2004; “Gerusalemme perduta”, Frassinelli 2005, “Figli di Noe”; Frassinelli 2006; “Rebecca e la pioggia”, Frassinelli 2007, “On the move”, SKIRA 2007; “Genti di Dio. Viaggio nell’Altra Europa”, con la prefazione di Moni Ovadia, Frassinelli 2008
Premi: Grant in Visual Arts 2005 da parte di European Association for Jewish Culture; Premio Francesco Gelmi di Caporiacco 2008; Premio Chatwin 2009 “Occhio assoluto”; The Aftermath Project Grant 2010; Premio Luchetta-Hrovatin 2011; TEDGlobal Fellowship 2011; Premio Tomizza 2012; Premio Città di Trieste al Reportage 2012; Premio autore friulano FIAF 2012.

Per maggiori informazioni: www.monikabulaj.com

Condividi con i tuoi amici su: