Luigi Alberton

«L'arte è ricerca e viaggio. Il mio viaggio nell'arte è iniziato negli anni Settanta con la musica. Poi il teatro, il cinema, i videogames d'avventura, il multimediale… In parallelo, ho esplorato le più innovative tecnologie per la comunicazione e l'interattività, collaborando con musei, imprese, editori. Strade diverse ma molto spesso intersecate, accomunate dai valori etici e dallo spirito della ricerca.

Sono figlio di emigranti, nato a Vancouver, Canada, nel 1960. Alcuni incontri fondamentali hanno segnato gli inizi del mio viaggio nella vita: gli studi di Filosofia all'Università di Padova, l'incontro con Marilisa Marchiorello e la sua Arte, l'incontro con Baba Bedi XVI, filosofo e prezioso amico. La sua Filosofia e i suoi rivoluzionari studi nell'Arte Psichica e nella Pedagogia hanno permeato la mia vita: personale, artistica e professionale.

Nella mia visione della vita, l'Arte è al centro, fa evolvere, crea benessere, bellezza, pienezza. Ho voluto creare Immaginario Sonoro per condividere ed espandere questa visione e dimostrarla con fatti concreti: le opere e i progetti di ricerca artistica (corti, performance, installazioni, pubblicazioni), i laboratori (del sé, teatro, cinema), il Manifesto L'Arte per l'Evoluzione, gli incontri pubblici. Mi accompagnano in questa avventura Maria Cristina Leardini, Monica Alberton e Paolo Bernardini, insostituibili compagni di viaggio. L'arte può cambiare il mondo. E Immaginario Sonoro è il mio contributo al cambiamento.»

Per maggiori informazioni: www.immaginariosonoro.org

Condividi con i tuoi amici su: