La Fiera delle Parole 2016

Domenica 20 novembre alle 18:00 presso il Palaberta di Montegrotto Terme

LUIS SEPULVEDA presenta il libro La fine della storia

Partecipa Ilide Carmignani

Ingresso gratuito

 

In attesa di Luis Sepulveda...

Domenica 20 novembre alle 16:30 presso il Palaberta di Montegrotto Terme il concerto "La parola cantata"
 

Di e con Davide Antonio Pio, Giuseppe Lopizzo, Simone Bortolami, Pietro Brunello, Maurizio Santamaria e Gianluca Marino

Ingresso gratuito


26 GIORNI DI LIBRI, MUSICA, SPETTACOLI E CONVERSAZIONI A MONTEGROTTO TERME E ABANO TERME

UN GRANDE SUCCESSO PER LA RASSEGNA ORGANIZZATA DA CUORE DI CARTA CHE SI CONFERMA LUOGO PRIVILEGIATO DI DIBATTITO CULTURALE E ATTUALITÀ PER IL NORDEST

Sono stati giorni intensi per le famose località termali di Abano e Montegrotto, ai piedi dei Colli Euganei, in questo autunno 2016, grazie all’inedita presenza del festival letterario che da ormai undici anni anima il Veneto orientale. La Fiera delle Parole, dopo le passate edizioni a Rovigo, a Padova e ad Este, ha proposto una formula completamente nuova estendendo la sua programmazione a ben ventisei giorni, dall’inaugurazione del 14 settembre alla chiusura, come di consueto, la seconda domenica del mese di ottobre.

Realizzata da Cuore di Carta eventi con il Comune di Montegrotto Terme e la partecipazione del Comune di Abano Terme, e guidata dalla direzione artistica di Bruna Coscia, La Fiera delle Parole ha portato nelle due città 135 ospiti tra scrittori, giornalisti, scienziati e artisti tra i più autorevoli e amati del panorama culturale italiano, i vincitori dei più prestigiosi premi letterari nazionali e figure di spicco, impegnate nei temi civili e dell’attualità più discussi.

Sono stati i grandi Hotel termali a ospitare le conversazioni e i luoghi dedicati alla cultura come la Biblioteca Civica di Abano, mentre la Piazza Primo Maggio e il Palaberta hanno accolto gli appuntamenti di maggior richiamo.

«Dopo undici anni di intenso lavoro siamo riusciti a costruire un format unico in Italia che, anche quest’anno, malgrado le prime difficoltà di una ricollocazione del festival, ha riscontrato uno straordinario successo offrendosi a un pubblico vastissimo per presenze, per interessi culturali e per provenienza», sottolinea Bruna Coscia. «La rassegna è appena conclusa anche se la sua presenza non termina qui e teniamo a ringraziare tutti gli ospiti e gli amici de La Fiera che ne sono stati i protagonisti e il pubblico che ha risposto davvero positivamente a questa edizione così ampia e in un contesto non cittadino».

Negli scorsi ventisei giorni si sono registrate 70 mila presenze, un pubblico che è arrivato non solo dalle città protagoniste ma dall’intera provincia, da Padova soprattutto e da tutta la Regione per prendere parte agli eventi e incontrare gli ospiti d’eccellenza, gli esordienti, i grandi maestri e i giovani intellettuali che, nella formula propria de La Fiera delle Parole siedono allo stesso tavolo, incontrano lo stesso pubblico e con esso dialogano durante le presentazioni e, dopo, nelle sale, durante i firmacopie.

Tra i grandi nomi di questa edizione gli storici amici della kermesse e nuovi ospiti: Federico Rampini, Vito Mancuso, Gianpiero Mughini, Paolo Crepet, Marco Paolini, Francesco Bonsembiante, Antonio Padellaro, Mauro Corona, Bianca Berlinguer e Tommaso Labate, Dario Vergassola e David Riondino, Corrado Formigli, Clara Sanchez, Mario Tozzi e Giobbe Covatta, Pino Roveredo e Ornella Vanoni, Gian Antonio Stella, Valerio Massimo Manfredi, Gherardo Colombo, Michele Serra, Francesco Guccini, Massimo Cirri, Dacia Maraini, Andrea De Carlo, Giulio Casale e Roberto Vecchioni.

I finalisti e i vincitori dei grandi premi letterari nazionali e internazionali. Del Premio Campiello: Luca Doninelli, Andrea Tarabbia, Elisabetta Rasy, Simona Vinci, Alessandro Bertante, il Premio Campiello Opera Prima Gesuino Nèmus.  E poi il vincitore del Premio Strega Edoardo Albinati e il Premio Volponi Stefano Valenti, e ancora gli internazionali come Patrick Flanery. Ancora: Andrea Molesini, Giovanna Zucconi, Ferdinando Camon, Giorgio Fontana, Stefano Allievi, Salvatore Basile, Giorgio Vasta, Maria Pia Veladiano, Marcello Fois, Andrea Vitali, Daria Colombo, Simonetta Agnello Hornby, Paolo Di Paolo, Claudia Durastanti, Massimo Carlotto, Umberto Curi, Giulio Giorello, per citarne alcuni.

Grandissimo successo per i nomi più attesi, come Mauro Corona con 2000 presenze tra il pubblico, o per lo spettacolo di Giobbe Covatta e Mario Tozzi, fino all’exploit dell’ultimo fine settimana di programmazione: più di 3000 persone hanno assistito a ciascuno degli interventi di due grandi cantautori e intellettuali nazionali, Francesco Guccini e Roberto Vecchioni, rispettivamente nelle serate di sabato 8 e domenica 9 ottobre al Palaberta, e all’omaggio del Maestro Mario Brunello con Michele Serra.

I numeri si amplificano se si guarda alla risonanza sul web, dove in migliaia hanno assistito alla diretta streaming degli appuntamenti principali tra gli oltre 16 mila contatti di Facebook e, nelle settimane della rassegna, 22 mila utenti unici hanno effettuato 115 mila visualizzazioni di pagina.

Ma La Fiera delle Parole non termina qui e già sono in programma due nuovi incontri: il 6 novembre, con il Maestro Uto Ughi, attesissimo per questa edizione; il 22 novembre per uno scrittore internazionale che non ha bisogno di presentazioni, Luis Sepulveda.

Cuore di Carta e La Fiera delle Parole continuano a lavorare per promuovere la cultura valorizzando le ricchezze di un territorio per offrire agli amanti dei libri, del dibattito e del pensiero libero un’essenziale occasione di protagonismo e partecipazione attiva.

Condividi con i tuoi amici su:
Newsletter
Guarda i video su Youtube
Instagram

Pubblica le tue foto su Instagram con l'hastag #fieradelleparole